Parco del Delta del Po

Un parco disegnato dall'acqua.




Il Parco del Delta del Po occupa un'importantissima porzione del territorio della Regione Emilia-Romagna.

A partire a nord dal corso del Po di Goro, si sviluppa sino a ricomprendere tutto il delta storico del fiume Po e le foci di alcuni fiumi appenninici quali il Reno, il Lamone, i Fiumi Uniti, il Bevano e zone umide salmastre site lungo la costa adriatica e nell'immediato entroterra quali la Sacca di Goro, le Valli di Comacchio, le Piallasse Ravennati, le Saline di Cervia, le zone umide interne di acqua dolce delle Valli di Campotto, boschi e pinete come il Bosco della Mesola e la Pineta di San Vitale.

Ricchissima è anche la dotazione di importanti monumenti: l'Abbazia di Pomposa, S. Apollinare in Classe, chiaviche e manufatti di regolamentazione idraulica, gli stessi centri storici di Mesola, Comacchio, Ravenna e Cervia.

Sono tanti i modi per scoprire il delta del Po.Percorrendo in auto la estesa viabilità interna, lungo strade panoramiche, si può già avere un'idea del territorio del Parco, ma per entrare veramente in contatto con le sue ricchezze naturali e storiche è consigliabile visitarlo a piedi, in bicicletta, oppure in barca con un'escursione in motonave. Le opportunità sono numerose. Molto diffusi, soprattutto durante il periodo estivo, sono i noleggi di biciclette, per scoprire sulle due ruote il delta seguendo i numerosi percorsi ciclabili che arricchiscono le occasioni di visita. Il territorio del Parco del Delta del Po è punteggiato da torrette di avvistamento e capanni per gli amanti del bird - watching. Passeggiate a cavallo partono da diverse aziende e dalle principali località balneari. Motonavi per la navigazione del delta si trovano nei porti di Gorino, Goro e Portogaribaldi: imbarcandosi per mezza giornata si possono ammirare la Sacca di Goro, la Valle di Gorino, l'isola del Mezzanino e altre zone alla foce del Po, mentre nelle valli di Comacchio è attivo un itinerario storico - naturalistico che permette di addentrarsi nello straordinario mondo della "civiltà della palude".

Gli uccelli del Delta del Po costituiscono la più importante area ornitologica italiana e una delle più rilevanti d'Europa, un patrimonio di straordinario valore, con oltre 310 specie segnalate, numero questo, costantemente aggiornato per il rinvenimento di nuove specie, di cui 135 nidificanti e oltre 150 svernanti. 

In questa sezione vi sono le proposte di itinerari birdwatching all'interno del parco per avvistare le specie protette più rare e di straordinaria bellezza, attraversi i vari appostamenti schermati e le torrette di avvistamento situate in punti strategici per l'osservazione. (fonte www.parcodeltadelpo.it)



Informativa estesa sull'uso dei cookies

Richiedi informazioni

Richiedi informazioni